Colpo di frusta? Per l'indennizzo basta l'accertamento del Medico

in Blog
Visite: 2030
Il tema dei risarcimenti nell’ambito dell’RC Auto è sempre di attualità, soprattutto in questo periodo in cui una recente sentenza ha messo ancora una volta in discussione le attuali norme che disciplinano il colpo di frusta.

Che cosa significa esattamente?
L’argomento riguarda l’accertamento della patologia, che deve essere liquidata dalla compagnia anche con la sola valutazione del medico e non necessariamente con l’ausilio delle radiografie.


A stabilirlo è stato un Giudice di Pace di Venezia che con la sentenza numero 769/2016 non ha solo condannato la società a risarcire il danno ma l’ha anche segnalata all’IVASS (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni).

La normativa sul colpo di frusta è stata oggetto della riforma Monti del 2012, la quale ha stabilito che le lesioni di lieve entità possono essere indennizzate solo a seguito di riscontro medico-legale da cui risulti visivamente o strumentalmente accertata l'esistenza del trauma. Da qui l’interpretazione restrittiva dell’impresa assicuratrice, secondo cui il risarcimento richiede la rilevazione da parte di un macchinario specifico, ovvero la radiografia. Il magistrato invece ha aperto a una definizione più ampia del decreto, dando piena competenza al medico nella valutazione del danno da indennizzare e non al macchinario in sé, che serve solo da ausilio.


Il colpo di frusta è statisticamente uno dei danni fisici di lieve entità più diffusi: tuttavia è anche la patologia più adoperata per truffare le compagnie. Su 100 incidenti stradali, 18 richiedono il risarcimento per danni alle persone e, di questi, l’83% riguardano conseguenze fisiche permanenti derivanti da colpo di frusta. I numeri registrati hanno portato a un esborso di 2,4 miliardi di euro ogni 12 mesi fino al 2012, anno in cui l’intervento del decreto Monti ha dato un taglio all’ammontare del 30%.


Un aiuto per le assicurazioni nell’accertamento del colpo di frusta arriva anche dall’installazione sull’auto della scatola nera, che permette alle imprese di valutare la compatibilità delle lesioni lamentate con la dinamica dell'incidente. La scatola nera misura infatti l'accelerazione subita da un veicolo tamponato, dando la possibilità di capire se l'impatto è stato tale da causare il colpo di frusta.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna