Possibile circolare con la polizza RCA scaduta da non più di 15 giorni?

in Blog
Visite: 2206
Bisogna uscire dall’equivoco una volta per tutte: chi circola con la polizza RCA scaduta da non oltre 15 giorni non può essere multato per mancata copertura assicurativa.


Ciò vale ormai per tutti gli automobilisti. Lo ha chiarito il Ministero dell’Interno, che è tornato a chiarire le novità introdotte di recente in materia di assicurazioni auto. Oggi, i contratti con le assicurazioni possono durare massimo un anno e, alla scadenza, non si rinnovano più automaticamente come era un tempo. Pertanto è necessario che l’assicurato torni in agenzia e firmare una nuova polizza.

La compagnia, deve avvisare il contraente della scadenza del contratto almeno 30 giorni prima della scadenza e, allo stesso tempo, deve mantenere valida la garanzia prestata con la precedente assicurazione fino all’effettivo rinnovo della nuova polizza, purchè il rinnovo avvenga nel periodo di tolleranza


Pertanto, il conducente che sia in attesa di sottoscrivere un altro contratto di RCA, potrà, durante questo periodo, continuare a esibire il certificato e il contrassegno scaduti, senza timore di incorrere in sanzioni amministrative.

Questa novità, come si diceva, vale ormai per tutti i conducenti. La precedente disciplina, invece, imponeva di verificare la continuità tra la validità di una polizza e la successiva: così l’agente di polizia doveva elevare la contravvenzione, in caso di mancata copertura assicurativa, se vi era stata la disdetta del contratto o comunque se il contratto non prevedeva la proroga automatica della polizza dopo lo scadere dell’anno.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna